Cos'è

Il MIPII, Mulilingual Iconographic Professional Interest Inventory, è un'inventario per la misurazione degli interessi professionali. Utilizza, come stimolo, la rappresentazione grafica di alcuni lavori accompagnata dalla denominazione degli stessi. Ogni lavoro, al fine di ridurre l'impatto dei pregiudizi di genere, è rappresentato sia nella versione maschile che femminile. Inoltre, per facilitare la compilazione da parte di persone con diverse competenze linguistiche, i disegni sono accompagnati dal nome della professione in 6 lingue: arabo, tedesco, inglese, spagnolo, francese e italiano.


Cosa misura

Misura l'interesse verso le seguenti 19 aree professionali, ognuna rappresentata da 5 lavori per un totale di 95 item:

  • Agricoltura
  • Ospitalità
  • Arte
  • Classica
  • Economia
  • Costruzioni
  • Estetica
  • Giuridica
  • Informatica
  • Linguistica
  • Sicurezza
  • Musica
  • Salute
  • Scienze
  • Sociale
  • Tecnologia
  • Trasporti
  • Turismo
  • Sport

Come misura

Alla persona viene chiesto di indicare, sull’apposito foglio risposta, quanto gli interessa ogni lavoro usando la seguente scala Likert a 5 punti:

 

  1. Per niente interessante
  2. Poco interessante
  3. Abbastanza interessante
  4. Molto interessante
  5. Del tutto interessante

 

Per ridurre il rischio di raccogliere rispose poco affidabili, è fornita anche la possibilità di selezionare l'opzione "Non la conosco".

Con chi utilizzarlo

Sebbene sia stato disegnato avendo come target studenti con età compresa tra gli 8 e i 13 anni, e successivamente testato anche con studenti dai 14 ai 18 anni, si ritiene lo si possa utilizzare anche con target differenti, sebbene al momento non esistano studi che lo dimostrino.

Due target in particolare potrebbero avvantaggiarsi dall'utilizzo di questa modalità di misurazione degli interessi professionali:

  • le persone di origine straniera, dalle quali non sarebbe possibile ottenere dati affidabili somministrando un questionario in una lingua per loro poco conosciuta;
  • le persone con difficoltà di lettura o con dislessia, per le quali uno strumento di questo tipo dovrebbe essere più idoneo non richiedendo un grosso sforzo di lettura.